The Smart Traveller cambia pelle

Ecco un post che per chi scrive è epocale.
Suppongo non sia così per chi legge visto che il cambiamento c’è già stato e lo ha visto.

Meno testi, molte più foto.
Alcune sono il risultato di mie attività sui social (piaccia o non piaccia i social sono ormai parte integrante della strategia di comunicazione di un qualsiasi soggetto).
Altre sono inedite e usate per sperimentazione.

Cambiano anche i contenuti. Meno test e più punti fermi.
Anche perché the smart traveller è cresciuto come il suo autore e gli zaini, gli accessori “da esploratore” non sono più allettanti come lo erano 10 anni fa, quando questo blog è cominciato.
Meno magliette, più camicie e giacche. Non per dovere ma per scelta.
Alcuni prodotti, introvabili, oggi sono facilmente rintracciabili su Amazon o ebay. si è perso il gusto della novità insomma.
Ricordo con affetto le prime fivefingers o lo zaino Cabin Zero. oggi mainstream.

Dunque si va avanti ma con altre idee. Alcune già messe in pratica, altre….vedremo!
orazio_speech

READ  Mindshift: lo zaino fotografico si evolve