Swimrun and cheers: show e fatica

Il 3 e 4 giugno 2017 ritorna a Verbania Pallanza SWIMRUN CHEERS Sport (swimrun) e più di 50 etichette di birra artigianale da degustare con pizza
.

E ci ritorno anche io.

Il 3  alle 7 sarò lì. Saranno ore di piacevole dolore. Però la fine, a prescindere dal risultato, si preannuncia ghiotta: stand birra e pizza aperti entrambi i giorni dalle 11.00 alle 24.00 no stop!

Non parliamo di sport portato all’estremo e di performance da realizzare ad ogni costo.

La swimrun and cheers é una gara dura ma é anche una festa.

Questa festa nella variante IRON prevede 17 frazioni alternate nuoto (9)/corsa (8), per un totale di 31,995mt – 21,860mt di corsa e 10,135mt che porterà a nuotare e correre in luoghi mozzafiato che solo il Lago Maggiore può offrire e l’unica a poter offrire ai partecipanti di raggiungere a nuoto le tre Isole Borromee, correrci sopra per poi arrivare a Stresa, passare per Baveno, Feriolo, Lago di Mergozzo ritornare a Verbania Pallanza e dopo aver nuotato in senso antiorario l’Isolino di San Giovanni chiudere il percorso a Pallanza: 2 laghi e 4 Comuni.

Non ha una classifica finale, perché la vera vittoria è finirla e poter gridare “…io l’ho finita!”, ma non solo; il “finisher” non riceverà una medaglia ma una scheggia di marmo di Candoglia, quello con cui è stato costruito il Duomo di Milano, perché è da Mergozzo che proviene.

Domani i mesi di lavoro di Diego e Veronica prenderanno forma. E anche la mia nuova esperienza dopo quella del 2016. Prometto un resoconto alla fine della gara.