I “must have” dei guerrieri della strada

 

Se volete essere dei veri “guerrieri della strada” avete bisogno dell’attrezzatura giusta. In questo post ho raccolto gli accessori indispensabili per lavorare in mobilità. Si tratta di accessori che ho usato personalmente e che ho scelto e comprato direttamente.  Ho inserito, dove disponibili, i link ad Amazon dove potrete trovare prezzi e caratteristiche tecniche. Io mi limiterò a dire perché vale la pena avere questi accessori. Ho scritto di oggetti che possiedo dunque la lista è indiscutibilmente di parte.

 

1) Caricabatteria Mophie: ci sono tanti caricabatterie ma ho scelto questo perché è capiente (6000 mAh) e ha due uscite USB per caricare i dispositivi contemporaneamente.

2) Un computer leggero e potente perfetto per lavorare in mobilità. Possiedo un MacBookAir. Il suo sistema operativo permette di scrivere messaggi con la voce. I tempi di caricamento, grazie alla memoria allo stato solido, sono da record. Non escludo in futuro di passare ad un ultrabook windows 8, non ora però. Mac OS è davvero avanzato.

3) iPad Mini: avevo una iPad e l’ho sostituito con una iPad mini perché il formato sette pollici è veramente portatile. Lo utilizzo come lettore di ebook, come secondo schermo per lavorare e per tenermi aggiornato quando non posso utilizzare il computer. In metropolitana o in autobus per esempio. Per lavoro ho anche utilizzato un tablet Android   della Samsung. Anche quello è consigliatissimo.

4) Hotspot portatile: si tratta di un modem 3G con cui collegarsi con al massimo cinque dispositivi contemporaneamente senza dover utilizzare più sim. Perfetto se si ha almeno un computer, un tablet e un telefono. Potete anche farne a meno se avete un tablet con scheda 3g inclusa.

5) Western Digital Hard disk portatile: ho scelto un hard disk da 1 TB per poter conservare sia i file di lavoro che i contenuti media per il tempo libero. E’ utilissimo anche naturalmente per il backup.

6) Chiavetta usb: la chiavetta USB e ancora oggi il metodo più rapido per poter trasferire dei file, meglio averne due, una serve a trasferire i file di lavoro da lasciare a clienti e colleghi, l’altra per uso personale.

7) Adattatore auto: anche se non siete abituati andare a lavorare in macchina può essere utile portarsi in adattatore per poter caricare il telefono quando serve anche in taxi. Io ho optato per un modello dedicato alla ricarica dell’iPhone 5 e dell’iPad mini.

8 cuffie: le cuffie sono indispensabili per fare video conferenze in mobilità nel rispetto della vostra privacy, consiglio il modello che include anche il microfono in un unico jack. Anche se sono piuttosto ingombranti, le Monster Beats sono davvero fantastiche.

staizittacretina: instagram incontra il sociale

Veramente bella questa iniziativa che mi ha visto partecipare come parte del team di Instagramers Italia. Un muro, delle foto e protagoniste tante donne e qualche uomo che hanno testimoniato il loro impegno nei confronti della parità dei sessi.
Qui e qui maggiori informazioni.
E se non basta ecco un breve video con il mio intervento in occasione della premiazione delle foto più belle.

FreedomMIC: per podcast professionali

Ho avuto modo di provare il freedomMIC della Scosche. Si tratta di un microfono bluetooth che si collega all’iPhone e all’iPad.

Insieme all’accessorio è anche prevista una applicazione dedicata che permette la gestione del microfono senza che ci sia un operatore.

Ho avuto modo di provarlo sia con iPhone che con iPad mini e il risultato è effettivamente notevole. La voce arriva pulita senza rumori di fondo.
Per tutte le informazioni tecniche vi rimando al sito che non risulterà nuovo agli sportivi appassionati di accessori iPhone. La Scosche infatti produce anche un misuratore di battito cardiaco in grado di dare informazioni durante l’attività sportiva.

Nota: il prodotto è stato acquistato