Mezza maratona di Como

Ti va di fare una mezza maratona provando le nuove Kalenji?

Questa è la domanda che grossomodo mi sono sentito fare dal team di Decathlon.
Ovviamente ho accettato, la mezza maratona è una distanza che mi piace molto ma che ancora non padroneggio.
E’ così è partita la mia missione: raccontare la preparazione di una mezza maratona e correrla.

Per farlo sono stato “rifornito” di maglietta, pantaloncini e un paio di scarpe Kalenji Long.

La mezza maratona l’ho finita, mi sono allenato il giusto senza esagerare e non sono stato certamente fra i primi arrivati.
Mi sono piazzato a metà classifica e va bene così.
Del resto una distanza come la mezza maratona non è per molti ma non per tutti. 21 km in fondo possono anche essere una lunghissima passeggiata a passo sostenuto.

Le scarpe le tutt’ora usando. Le ho trovate subito molto morbide.
Dopo circa 100km noto che la suola diventa via via più stabile e meno morbida.
Giusto che sia così, specialmente nel mio caso, sono alto 180 cm e il mio peso oscilla fra i 76 e i 78 kg.

E’ infatti fondamentale mantenere il feeling con il terreno. Ok la protezione ma è meglio non esagerare per non perdere il contatto con il terreno.

Le Kalenji all’inizio sono  animali da strada.
Ovviamente lo restano ma provandole anche al Parco Nord di Milano su terreno misto, direi che si comportano bene.

kalenjii, poco prima della consegna della borsakalenji -  un treno da milano mi ha portato a como in meno di 50 minuti

Thisisnotapressday 2018 edition

Anno nuovo, thisisnotapressday nuovo.

Come sempre è un piacere tornare a trovare gli amici di Greenmedialab.

Ecco qualche scatto della mattinata

 

Ritorna la location storica, Canottieri Olona

 

 

Fra le novità più rilevanti: la partnership Mizuno – Panasonic per una linea di accessori hitech per il Running.

 

 

La corsa con giuseppe Tamburino, il Running motivator. Passano gli anni, diventa pure nonno, ma continua a stracciarmi!

 

Googlehome: iniziamo

Nell’attesa che arrivi HomePod, Google batte sul tempo tutti e presenta googleHome mini e googlehome.

L’azienda mi ha invitato a provare il prodotto.

Non mi considero un esperto. Ma sono un grande appassionato di casa comitiva e ascolto molta musica.

L’impressione è che entrambi gli speaker suonino davvero bene.

Facile l’associazione con un dispositivo Android meglio ancora se il Google pixel. Ugualmente facile ma con qualche limitazione il collegamento con iPhone

The Smart Traveller cambia pelle

Ecco un post che per chi scrive è epocale.
Suppongo non sia così per chi legge visto che il cambiamento c’è già stato e lo ha visto.

Meno testi, molte più foto.
Alcune sono il risultato di mie attività sui social (piaccia o non piaccia i social sono ormai parte integrante della strategia di comunicazione di un qualsiasi soggetto).
Altre sono inedite e usate per sperimentazione.

Cambiano anche i contenuti. Meno test e più punti fermi.
Anche perché the smart traveller è cresciuto come il suo autore e gli zaini, gli accessori “da esploratore” non sono più allettanti come lo erano 10 anni fa, quando questo blog è cominciato.
Meno magliette, più camicie e giacche. Non per dovere ma per scelta.
Alcuni prodotti, introvabili, oggi sono facilmente rintracciabili su Amazon o ebay. si è perso il gusto della novità insomma.
Ricordo con affetto le prime fivefingers o lo zaino Cabin Zero. oggi mainstream.

Dunque si va avanti ma con altre idee. Alcune già messe in pratica, altre….vedremo!
orazio_speech

Twin wash – Twinrevolution

Ho avviato una collaborazione con LG che potrebbe essere continuativa.
il Focus della collaborazione è sul lifestyle.
Primo passo verso questa collaborazione è la Twin wash – TwinRevolution.

Vediamo qualche closeup tratto dalle mie instagram stories

twinrevolution_selfie twinrevolution_closeup twinrevolution_bottom

 

 

 

 

 

 

 

Come avrete certamente capito si tratta di una lavatrice.
Non solo è iperconnessa, con un carico imponente (12kg) ma è in realtà una doppia lavatrice.
Per doppia lavatrice intendo un elettrodomestico composto da due cestelli.
Il primo  è quello della lavatrice principale, il secondo, a cassetto, è quello dell’unità in basso.

una è “schiava” dell’altra
Le due lavatrici sono indipendenti.
Dal punto di vista dell’installazione, potremmo anche decidere di usare solo la parte superiore e di confinare il cassettone in garage.
Questo infatti è tecnicamente “slave” della lavatrice master.

Le dimensioni contano
Giusto per restare su termini equivoci, si direbbe che con la Twin wash – twinrevolution le dimensioni contano.
Già una lavatrice con un carico di 12 kg si fa sentire. Ma se mettiamo i suoi 50kg e passa su un cassettone di metallo, ecco che la twinrevolution appare in tutta la sua grandezza.

Le sue dimensioni sono standard, non pensate male, ma il colpo d’occhio è decisamente notevole.

Anche per questo nei due post che ho fatto ho un po’ giocato sulle misure della Twin wash – Twinrevolution,

Ecco i due due scatti

twinrevolution scatto 1

twinrevolution interno

 

 

 

 

 

 

 

Nella prima immagine ho trovato una cabina elettrica su cui uno street writer ha disegnato una casa, non potevo non fotografarla!

Nella seconda ho provato a ricostruire un possibile interno, in stile industriale.

Look

Parliamo di una lavatrice non per tutti. il suo costo, soggetto a variazioni quotidiane è intorno ai 1900 euro.
Poco più di una lavatrice di fascia alta.
E’ di colore bianco ed ha un grande oblò nero. Non parliamo di elettrodomestici colorati o dalle forme “strane”, però fa una bella impressione.
Specialmente accesa, con il suo display multifunzione.
Non sembra neanche una lavatrice!

Iperconnessa
Se ciò non bastasse, è anche dotata di una app che una volta installata e configurata sullo smartphone permette di governare la twinrevolution con una serie di funzioni che vanno dalla scelta del tipo di lavaggio al tempo residuo prima che la lavatrice finisca il suo ciclo di lavaggio.

Due lavatrici, quindi doppia configurazione.

Il suo plus
il suo plus è senza dubbio il risparmio di tempo. I cestelli che lavorano sinergicamente permettono di risparmiare almeno 50 minuti che è di media il tempo di un lavaggio.
Il risparmio energetico, anch’esso un plus, va sicuramente considerato ma a mio parere il fattore tempo qui è impagabile.

in conclusione
vi lascio alla pagina del sito dove troverete le informazioni tecniche e qualche immagine extra.

La Twinrevolution è una lavatrice di fascia alta. Il suo prezzo non è motivato dalla voglia si creare un oggetto del desiderio quanto da quello di avere una vera e propria lavanderia in casa (pensate che c’è anche la funzione lavaggio trapunte).
Perfetta per una famiglia magari numerosa, non disdegna di essere usata da una coppia che non ha tempo per stare dietro ad un lavaggio quotidiano.

I suoi 12kg + 2 la rendono perfetta per un unico grande lavaggio bisettimanale.
La mia esperienza è che da sportivo, ho trovato il cestello inferiore perfetto per il lavaggio frequente e rapido dei capi sportivi.
Ecco la definirei anche un elettrodomestico per sportivi incalliti.
La app permette di governare l’inizio e la fine del lavaggio.
Le notifiche, che potete attivare, vi permettono di essere informati quando il lavaggio è concluso.