Se 100 milioni di caffè fossero….

wascoffee

Avete mai sentito parlare di economia circolare?
Semplificando al massimo il concetto si tratta di “rimettere in campo” i materiali già utilizzati in precedenza per avviare nuovi cicli produttivi.
L’obiettivo è ridurre al massimo lo spreco aiutando l’ambiente e magari l’impresa.
Un esempio che cito sempre è quello di una azienda che produce scarpe da running e che supporta una organizzazione che raccoglie la plastica in mare.
Con la plastica raccolta, quell’azienda produce nuove scarpe che poi rimetterà in vendita.
Ci guadagna l’azienda, ci guadagna l’ambiente, ci guadagna il consumatore che può spendere i propri soldi per un oggetto “amico dell’ambiente

 

Per noi italiani, il concetto di economia circolare è praticamente radicato nel DNA.
Non tanto i baby boomers ma i nostri nonni o bisnonni hanno fatto del riciclo uno stile di vita. E poi è risaputo che noi italiani siamo i geni che sanno sempre arrangiarsi.


Con l’economia moderna e lo sviluppo del consumismo il concetto di economia circolare è andato perduto fino a quando, grazie anche all’evoluzione tecnologica e alla evidente emergenza ambientale, è stato possibile ripensare i cicli produttivi.

Prendiamo il caffè. Forse fra di voi qualcuno userà i fondi per il concime o come substrato per i funghi. Ma cosa succede quando, solo in Italia, una azienda eroga 100 milioni di tazzine l’anno?

Ed ecco la risposta. Il buon senso, la tecnologia e l’attenzione per l’ambiente hanno fatto decollare il progetto WASCOFFEE®.

WASCOFFEE® è un materiale realizzato con fondi di caffè e polvere di legno (semplificando: segatura) e se vogliamo è anche l’uovo di colombo.

Che dimensione avrà un cumulo fatto di 100 milioni di fondi di caffè? Una collina, una montagna? Sicuramente qualcosa di molto voluminoso.
Autogrill, anzichè buttare 100 milioni di fondi di caffè li riutilizza per farli diventare tavolini, e pannelli a parete. Insomma per arredare il locale.

Il progetto è già realtà ed è visibile nel Puro Gusto, il format di bar all’interno dell’aeroporto di Milano Linate.
Ho assistito all’evento di presentazione e ho avuto modo di toccare con mano i pannelli.

 

WASCOFFEE® è un brevetto Autogrill frutto di una collaborazione con CMF greentech, una azienda italiana specializzata nella creazione di prodotti ecosostenibili.

Oltre che a Milano Linate, WASCOFFEE® è attualmente presente in alcuni  Puro Gusto e Bistrot del gruppo, per un totale di 6 punti. Tra questi anche un punto vendita in Turchia (all’aeroporto di Istambul) e il  Bistrot di Lione in Francia (adoro questi suggerimenti da globetrotter). Naturalmente si prevede un suo impiego progressivo in tutti i Puro Gusto del mondo. Già in calendario per esempio un suo impiego presso l’aeroporto di San Francisco.

Dunque ci troviamo di fronte ad un bellissimo caso di economia circolare dove le attività a sostegno del business sono inquadrate nel business dell’azienda.
Il progetto poi è ancora più bello perchè è targato “Made in Italy” . Una bella iniezione di ottimismo in un periodo sicuramente complesso come quello in cui stiamo vivendo oggi.WASCOFFEE®

 

OppofindX: le mie impressioni

LONDRA OPPO ORAZIO

5000km
1000 scatti
10 foto selezionate
Questa è la sintesi del mio progetto con OppoMobile Italia.

Sottotitolo

Provare il nuovo OppoFindX, non ancora disponibile sul mercato e raccontare una storia in 10 scatti.

 

Per farlo sono volato in Inghilterra e ho diviso i 10 scatti in 3 sessioni:
1) Isole Scilly > 3 foto
2) Penzance (cornovaglia) > 3 foto
3) Londra > tre foto
4) una foto di Saint Michael Mount, la versione meno nota di Le Mont-Saint-Michel.

 

Ci sono 3 aspetti del telefono che mi sono particolarmente piaciuti e li vorrei sintetizzare in queste card che ho anche pubblicato sul mio profilo instagram come storia in evidenza.

 

Mi piace la fotocamera a scomparsa.
Non è così lenta come ho letto da qualche parte (non ricordo dove di preciso).

Mi piace anche il formato full screen.

Oppofindx, grazie al sistema di fotocamera retrattile è uno degli smartphone che garantisce più superficie utilizzabile.

Il full screen è molto divertente da usare. Ricordate però di scattare avendo già in mente che tipo di taglio andrete a usare in fase di pubblicazione (Instagram, Twitter, Facebook, Blog, etc..).

 

L’intelligenza artificiale
Ormai leggiamo più volte al giorno di intelligenza artificiale.
Senza andare ad approfondire il tema (non è questa la sede), sappiate che l’intelligenza artificiale su OppoFindX aiuta ad identificare lo scenario migliore.

Vuoi fotografare una spiaggia? Il telefono riconosce che il luogo è effettivamente una spiaggia ed adatta automaticamente i colori.

Se tanta automazione vi infastidisce potete buttarvi sulla funzione manuale.
Completa il tutto: regolazione degli Iso, messa a fuoco manuale, esposizione etc…

 

Per chi è
Oppo FindX rientra nella fascia Premium. L’azienda è poco nota in Italia ma sappiate che Oppo è, livello global,e è fra i maggiori produttori di smartphone al mondo.
Lo smartphone aiuta nell’identificare la tipologia di preset e quindi garantisce una immagine più gradevole.

Trovo questa funzione molto utile per coloro che desiderano poter fare belle foto e non hanno intenzione di utilizzare altri dispositivi (action cam, fotocamere,).
D’altro canto la funzione manuale è bella ma non sono sicuro che sarà usata da molti utenti.

Tornate su questo post perché intendo aggiornarlo con nuove considerazioni!

 

 

 

 

Faccedabenessere: il coach e il signore degli anelli

pensabenessereeeeeh bingo!
Grande news e ve la butto li senza preamboli. Proprio come piace alla serp di Google!

Anzi no, vi tengo sulle spine: inizio con il parlarvi del contest #Faccedabenessere firmato Pensa Benessere

 

Andiamo per ordine!

Cosa è Facce da Benessere?

Si tratta di un contest che vi fa vincere una esperienza di quelle indimenticabili.
Partiamo dalla fine, o quasi: i partecipanti vincitori saranno considerati ambassador.
A loro è richiesto di raccontare su Instagram tutto ciò che amano per stare bene.
Non ci sono limiti se non quelli del buon senso.

Condizione essenziale è l’utilizzo dall’hashtag #faccedabenessere.
Senza quello, cari amici, non partecipate.

Il concorso è già partito. avete un po’ di tempo ma non prendetevela comoda.
Il termine è il 30 settembre 2018 e non dimenticate 
di iscrivervi sul sito (www.pensabenessere.it/faccedabenessere), per entrare in una community di persone soddisfatte e motivate.

Non è un nuovo episodio di Highlander quindi Non ne resterà uno solo. Ma 3.
Per loro un weekend (si può portare un/una accompagnatore) in un resort marchigiano. Già questo basterebbe, ma durante il weekend i vincitori saranno accompagnati dai 3 coach.
I coach che in modalità animatore di villaggio turistico vi stresseranno (scherzo!) hanno il compito di far diventare i vincitori dei ninja di tre ambiti: fitness, cucina e fotografia.

Ma se non bastassero i coach, ne abbiamo uno aggiunto che è roba da far fare le capriole (letteralmente): il campione olimpico Jury Chechi,

e cosa c’entra Orazio?

Forse ci sarete arrivati, forse no.
Ad ogni modo ve lo dico, se siete arrivati fin qui a leggere è il minimo che io possa fare.
Sarò fra i tre coach.
Indovinate di cosa?
Avrò il compito di grande responsabilità di fare da coach di fotografia ai vincitori. lo so che detta così può sembrare XFactor, the Voice ma vi assicuro che sarò molto più buono. Anche perché non spetterà a me selezionare (e se anche toccasse a me non ve lo direi!!).

 

Cosa è Pensa Benessere?

Pensa Benessere è una linea di integratori alimentari pensati per tutta la famiglia

L’azienda ha lanciato un nuovo messaggio pubblicitario. Eccolo: “Il benessere che si sente è quello che si Pensa”.

Sport, stile di vita sano, alimentazione equilibrata sono i pilastri di questa community.

Se volete partecipare e non avete capito qualche passaggio, eccovi qui il regolamento completo dell’iniziativa “Facce da benessere”: (www.pensabenessere.it/faccedabenessere).

 

Se volete documentarvi sui social:

Facebook: www.facebook.com/pensabenessere

Instagram: www.instagram.com/pensabenessere