Tag: thule

Trolley-zaino Thule: iperconvincente

2015-06-22 12.32.57Sto testando da ormai due mesi lo zaino Thule cross-over.
Il trolley è morbido. Ma non soffice ;-) La struttura di cui è fatto, il dobby nylon è molto resistente.
Un guscio in polipropilene assicura poi ulteriore sicurezza durante il trasporto.
La struttura che permette di usarlo come trolley è in alluminio, stessa cosa vale per le ruote, molto alte.
Garantiscono un rotolamento fluido e silenzioso.
Molto diverso dal rumore sordo della maggior parte dei trolley a ruota piccola.
Sentirete subito la differenza.
Gli spallacci sono a scomparsa, realizzati con lo stesso materiale del trolley.
Il trolley ha tre scompartimenti.
il primo permette di accedere al vano principale.
Il vano principale è a sua volta diviso in due parti per garantire una divisione del contenuto in base alle preferenze del suo possessore: sporchi/lavati, lavoro/tempo libero, etc…).
Il vano secondario ha una tasca ad apertura dall’alto per caricare un computer e un iPad.
Questa tasca è utile quando siete in aeroporto per estrarre i dispositivi al metal detector in aeroporto.
Potete quindi prendere quello che serve senza scomodarvi ad aprire il trolley.
C’è infine una terza tasca progettata per gli occhiali da sole/telefoni e altri oggetti più piccoli. La tasca è antiurto e indeformabile.
Il crossover è resistente e solido: vuoto pesa poco più di 3 Kg.
In termini di peso non regge il confronto con trolley che dichiarano in alcuni casi fino ad 1.2 kg in meno.
Ma non dobbiamo dimenticare che questo bagaglio con vano portacomputer, portaocchiali e spallacci si candida a bagaglio unico.
i trolley “puri” quelli che non hanno tasche per intenderci sono invece da considerare come “combinati” a cui associare una borsa, zaino per tenere tutti quegli oggetti che possono servirci durante un viaggio o banalmente durante il passaggio al metal detector..
Il peso è poi relativo. Dipende da quanto lo caricate.
Il mio suggerimento è di utilizzarlo come zaino in quei casi in cui siete dei commuter.
Ossia dovete spostarvi con le vostre gambe da un punto a ad un punto b servendovi al massimo di mezzi pubblici.
Gli spallacci sono discreti e l’assenza di una cinghia per il petto o per la vita, dimostrano che questo prodotto Thule è essenzialmente un trolley con funzioni di zaino.
Mi collego dunque al precedente post per chiudere il cerchio:
Meglio uno zaino con le ruote o un trolley con gli spallacci?
In questi casi non esiste una risposta unica ma eccovi qualche spunto per individuare l’opzione migliore per voi:
a) viaggiate usando prevalentemente mezzi pubblici
b) viaggiate in compagnia e con i familiari?
c) portate con voi tanta tecnologia?
Se le risposte sono almeno due si, allora vi conviene puntare ad uno zaino con funzionalità di trolley.
In alternativa potete puntare ad un trolley con spallacci per garantivi una buona capacità di movimento per brevi tratti.
Buon viaggio!
IMG_7818
thulezaino

Un trolley-zaino o uno zaino con le ruote?

thulezaino
i trolley sono ormai leggerissimi, hanno 4 ruote e ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche.
Più recentemente si è anche allargata l’offerta di trolley ibridi ossia coniugano la praticità dello zaino con la comodità di un trolley. Il loro elemento di distinzione: la presenza “sinergica” di ruote, spallacci e manico estensibile.
Questa famiglia di zaini si suddivide in:
zaini con gli spallacci in asse con le ruote
zaini con spallacci nella parte anteriore dello zaino.
Nel primo caso la parte rigida su cui è montato il manico del trolley ospita anche gli spallacci.
Controindicazione principale: senza un copriruota rischiamo di sporcarci i pantaloni (a contatto appunto con la ruota).
Nel secondo caso lo chassis dovrà essere resistente sia davanti che dietro. Questi sono i prodotti più difficili da realizzare ma sono quelli che portano maggiori benefici al suo proprietari.
Per cominciare non sarà necessario usare una copertura delle ruote (è una di quelle cose che definirei “ ad alto tasso di sbattimento).
In secondo luogo lo zaino resta protetto da eventuali intrusioni di malintenzionati perché l’accesso alle tasche è rivolto verso l’interno.
Questo sistema è particolarmente usato dai produttori di borse waterproof per esempio la tedesca Ortlieb o The North Face con alcuni modelli dei suoi zaini-borsoni.
Nel prossimo post mi soffermerò sul prodotto della Thule che sto testando ormai da due mesi.
THULESUBTERRA

Prova sul campo: Thule Subterra

THULESUBTERRA

Computer o tablet? Per molti non si tratta di una scelta ma di un abbinamento in un qualche modo necessario.
Questo le aziende lo sanno e realtà come Thule (che molti conoscono per i portabici e i portapacchi da auto) hanno prodotto soluzioni specifiche; in particolare per quanti hanno scelto la piattaforma Apple (MacBook e iPad).
Esistono diversi formati di MacBook e di iPad e una volta identificata la corretta configurazione non resta che l’imbarazzo della scelta per la tipologia di custodia da usare.
Nel mio caso ho avuto modo di provare per circa 1 mese la soluzione proposta da Thule chiamata Subterra.
Quella in mio possesso era adatta ad unMacBook Air® da 11 pollici e un iPad®.
L’interno è imbottito con un materiale sintetico simile al tocco al cavallino.
Questo rende l’inserimento e l’estrazione del macbook piuttosto rapida e scorrevole.

Oltre al vano principale c’è anche una tasca anteriore con cerniera.
Questa può essere usata per stivare gli accessori del Macbook (essenzialmente cavi usb e/o adattatori) oppure per un iPad. l’Ipad mini può essere chiuso nella zip. Per l’iPad grande invece bisognerà tenere fuori una parte.
Ma non c’è rischio di perderlo, la tasca è piuttosto aderente.

La custodia è molto leggera (pesa infatti poco più di un etto) ed è realizzata in nylon di qualità e molto resistente.
Se decidete di usare la custodia dentro uno zaino o un bagaglio a mano, state tranquilli, il nylon è ben tirato e risulterà facile sfilarlo dallo zaino per esempio in previsione del controllo al gate in aeroporto.

In conclusione un ottimo prodotto, perfetto per trasportare in sicurezza la nostra attrezzatura.
Il look molto casual- sportiveggiante ma di qualità lo rende adatto anche in occasioni di incontri di lavoro.
La finitura blu impreziosisce il prodotto, così come la scritta argentata.